Donald Trump riconosce Gerusalemme quale capitale dello stato d'Israele

Share

Dalla Turchia di Recep Tayyip Erdogan alla Cina di Xi Jinping, c'è un filo sottile che unisce il mondo e vibra per l'inquietudine.

L'idea del presidente USA Donald Trump di spostare l'ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme non è piaciuta ai massimi vertici del Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) e della Federazione luterana mondiale (FLM). Mentre a Londra il governo si dice "preoccupato". L'ex ministro degli Esteri italiano ha assicurato che l'Ue "resta pronta a impegnarsi" nel processo di negoziato che reputa necessario per risolvere la questione dello "status di Gerusalemme".

In proposito al fatto che recentemente il Presidente americano Donald Trump ha annunciato di riconoscere Gerusalemme la capitale dell'Israele, negli ultimi giorni molti paesi del MO quali Palestina, Giordania, Egitto, nonché la Lega araba hanno affermato che l'azione Usa potrebbe provocare una "conseguenza pericolosa". Lo riferisce la tv di Stato siriana. Nel pomeriggio, conferenza stampa congiunta ad Ankara.

Share