Trump shock: "Non voglio immigrati da Paesi-cesso"

Share

I commenti del presidente americano Donald Trump su alcuni Paesi da cui partono gli immigrati sono pericolosi perché incoraggiano il razzismo e la xenofobia.

La gaffe giunge mentre il Presidente era al colloquio nello studio Ovale con alcuni parlamentari che gli chiedevano di riconsiderare la decisione di togliere lo status di protezione a migliaia di immigrati da Haiti, El Salvador e da alcuni paesi africani.

Immediata la reazione dell'Onu, che si è detto indignato per quanto riportato dal Washington Post: "Se confermate - ha sostenuto Rupert Colville, portavoce dell'ufficio Onu per i diritti umani - si tratta di parole vergognose e scioccanti".

Un'espressione volgare che subito ha scatenato polemiche.

L'ambasciatore di Haiti, Paul Altidor, ha parlato di "aggressione" e fa sapere che il governo haitiano ha presentato una protesta formale.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rinuncerà a imporre sanzioni contro l'Iran per l'ultima volta e domanderà un accordo rafforzato con i partner europei, oltre ad una modifica della legge collegata all'accordo sul nucleare iraniano. A loro avrebbe ribadito di non essere razzista, accusando i media di avere distorto le sue parole. La Casa Bianca per il momento non commenta. Secondo il Guardian Trump ha annullato la visita per timore di proteste di massa. Durissimo il giudizio espresso in un editoriale del board del New York Times, che accusa il presidente di buttare via la reputazione dell'America.

Share